mercoledì 29 maggio 2013

Un week end in Liguria: da Chiavari a Riomaggiore

(scritto il 19 giugno 2012)


Con l’arrivo dell’estate e delle giornate calde, il mare diventa un miraggio tanto agognato durante la settimana lavorativa e una meta preferita per coloro che dalla città scappano dalla calura opprimente. Certo il condizionatore aiuta ma nulla è paragonabile ad un tuffo in mare calmo e trasparente, e alla fresca brezza marina che rinfresca le serate estive regalando refrigerio!
Siete pronti per partire un week end nella (vicina) Liguria?
Innanzitutto la nostra metà sarà la Liguria di Levante: ovvero, arrivati a Genova si prosegue in direzione La Spezia- Livorno e tutti i posti che indicherò sono situati lungo la costa.

Come arrivare:
Chiavari: in auto: autostrada A12, uscita di Chiavari
in treno: stazione di Chiavari
Lavagna: in auto: autostrada A12, uscita di Lavagna
in treno: stazione di Lavagna
Moneglia: in treno: stazione di Moneglia
Monterosso: in treno: stazione di Monterosso
via mare: traghetto
Manarola: in treno: stazione di Manarola
via mare: traghetto
Riomaggiore: in treno: stazione di Riomaggiore
via mare: traghetto

Dove dormire
La Liguria è ricchissima di hotel, campeggi, bed and breakfast dove dormire: a seconda dei vostri desideri e delle vostre abitudini non avete che l’imbarazzo della scelta!
Camping La Secca - Moneglia: tel: 0185 49441: un campeggio molto semplice, disposto su più livelli, direttamente con affaccio sul mare! (provato da me!)

Dove mangiare
Osteria da Luchin: un’osteria con più di cent’anni, nel cuore di Chiavari proprio sotto i portici. Un posto semplicissimo ma molto accogliente, dove potete gustare un’ottima farinata che sfornano di continuo: è un obbligo, dovete prenderla! (anche d’asporto!). E poi piatti tipici del luogo: pasta al pesto, minestrone con pesto locale, pesce fritto, piatti del giorno, e cantuccini con vin santo. Accanto l’osteria vi è il relativo negozietto dove comprare degli ottimi vini, farine, formaggi, pesto e altre bontà locali. Unico neo: è sempre pienissimo! Vi consiglio di prenotare o di armarmi di tanta pazienza e aspettare!
Via Bighetti 53, Chiavari. Tel: 0185 301063
Focaccerie: infilatevi in una delle tante focaccerie che incontrerete in ogni paesino: provate la classica focaccia, quella al formaggio tipica di Recco, torte rustiche con verdure...una tira l'altra!

Cosa fare
Se arrivate il venerdì sera, probabilmente stanchi dopo una settimana di lavoro, e molto accaldati…concedetevi qualche ora di sonno sabato mattina: la notte la temperatura è molto più fresca e vi concilierà  il sonno! Dedicatevi poi al dolce far niente in spiaggia! Vi segnalo alcune spiagge:

Lavagna: camminando sul lungomare verrete accolti da innumerevoli stabilimenti balneari e da qualche spiaggia libera. Vi consiglio di camminare un po’, allontanandovi dal centro paese così troverete meno confusione e più spazio sulla spiaggia di ciottoli o sabbia.

Moneglia: scendendo dal treno sarete accolti da una fresca brezza e da una piacevole ombra: è molto verde questo paesino e la camminata verso la spiaggia sarà resa ancor più suggestiva se fate una piccola deviazione. Non appena usciti dalla stazione, prendendo la via che va verso il basso, sulla destra noterete una piccola scalinata: percorretela e arriverete proprio all’ingresso di quella che era la casa dell’Ammiraglio! Date un occhio anche alla grotta che sicuramente noterete. Proseguite poi seguendo la stradina che curva e scende e arrivate nella piazzetta antistante la chiesa. A lato della chiesa vi è un vecchio convento, ora diventato hotel. Per andare verso la spiaggia percorrete ancora i caratteristici vicoletti ombreggiati ma già carichi dell’odore del mare! Arrivati vicino al mare, dovrete passare sotto una galleria: se alzate gli occhi vedrete che la strada sopra di voi entra in una galleria ma è talmente piccola che un semaforo dirige il senso alternato delle auto. Se desiderate stare in una spiaggia attrezzata, non vi resta che sceglierne una! Altrimenti, una volta giunti in spiaggia, proseguite a destra e iniziate a salire una gradinata che si inerpica lungo un piccolo promontorio: ad un certo punto c’è un bivio ma voi andate prima diritto così da giungere al belvedere e dare un occhio al mare e ai colori della macchia mediterranea! Poi tornate indietro e andate a destra: arriverete in una piccola località chiamata La Secca: costeggerete un camping a picco sul mare, il Camping La Secca, e arriverete su una spiaggia di ciottoli oppure su dei comodi e avventurosi scogli. Provate a chiudere gli occhi seduti su uno degli scogli immerso nell’acqua e lasciatevi cullare dallo sciabordio del mare!

Monterosso: siamo nel primo paesino delle ben note 5 Terre! Fate un giretto per i caratteristici vicoletti ma poi abbandonatevi sulla spiaggia! Vi consiglio di camminare andando oltre il porticciolo e fare un primissimo pezzo del sentiero che collega Monterosso a Vernazza: è molto suggestivo, ricco di profumi e soprattutto di una vista sul mare trasparente. Tornate indietro e avventuratevi di nuovo sugli scogli, con un po’ di agilità (senza cadere…mi raccomando!). Potete nuotare fino a raggiungere gli antistanti scogli e da lì godere della vista della costa, con i monti terrazzati a picco sul mare. Prendete poi il traghetto che collega tutti i paesini delle 5 terre e fate tutte le soste che volete! Sono circa 12 euro a testa per l’opzione che vi permette di salire a Monterosso, scendere dove volete e proseguire per Riomaggiore.

Dal mare avrete una vista completa e suggestiva delle 5 terre: vedrete tutti i paesini, anche Corniglia non dotato di porto, noterete i terrazzamenti per la produzione di vino, ammirerete grotte e insenature dai colori spettacolari.

Manarola: scendete dal traghetto e dirigetevi nel paesino passando accanto ad uno specchio d’acqua dalle cui rocce ci si può tuffare. Manarola è collegata a Riomaggiore dal famoso Sentiero dell’Amore: probabilmente andando in estate non avrete molta forza né voglia di percorrerlo ma è una passeggiata semplice e suggestiva. (vi consiglio però di controllare il sito specifico per verificare l'effettiva apertura del sentiero!)

Riomaggiore: sbarcati con il traghetto o arrivati qui dalla Via dell’Amore, dovete per forza fare un tuffo in mare! Percorrete la stradina che vi porta in un’altra caletta, dove avrete sia la spiaggia sia gli immancabili scogli. Trovate il posto a voi più comodo (vi assicuro che ci sono certi scogli ampi su cui si può addirittura dormire…) e poi tuffatevi! Potete nuotare a lungo, raggiungendo l’altro lato della caletta e, se non avete timore, date una sbirciata alle grotte dai colori intensi!
In attesa di prendere il treno di ritorno, fate un giro nel paesino: la stradina principale è ricca di vita, di gente seduta sui gradini delle case, di turisti, di negozietti in cui trovare prodotti tipici. Provate il pesto artigianale: vi assicuro che anche mangiato da solo, come spuntino, è una meraviglia tutta da gustare!

3 commenti:

  1. Consigli preziosi Sono pronta per partire

    RispondiElimina
  2. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina

ciao!! grazie per la visita! Se ti va, lascia un commento qui! ;-)

Related Posts with Thumbnails